La Storia

I veri intenditori non bevono vino:
degustano segreti.
(Salvador Dalí)

Il desiderio di mettersi alla prova, ancora una volta,

puntando come sempre al meglio, con entusiasmo, ottimismo e dedizione, ha fatto riaffiorare in Giuseppe De Marco il ricordo nostalgico della terra natia, con le sue tradizioni, i legami familiari e le emozioni di un tempo.

Da qui la decisione di riprendere in chiave moderna l’attività del nonno Peppino: nasce così la Cantina Riccio.

A poco meno di 700 metri di altezza e immersa nel verde della ricca tradizione collinare del territorio, la Cantina Riccio sorge in uno dei paesi più caratteristici del suolo irpino, Chiusano di San Domenico, in cui il fascino di luoghi antichi si inserisce nel fermento di una vegetazione e di un paesaggio di straordinaria vitalità. La presenza di forti pendii si rende perfettamente adatta alla coltura della vite e l’abbondante offerta di corsi d’acqua, accompagnata da un gioco di venti particolarmente favorevoli, conferiscono ai vini prodotti nella zona, caratteristiche qualitative eccellenti.

Marzo 2010

Inagurazione della Cantina Riccio.

Ottobre 2012

La nostra prima produzione di vini.

November 2010

With my whole heart. I am alone, and feel the charm.

March 2014

Crocal Restaurant in this spot, which was created.

La Nostra Filosofia

In un simile contesto, grazie all’attenta e personale cura di Giuseppe e del figlio Luigi, è stato possibile coniugare l’uso delle più avanzate tecniche di coltivazione e produzione viticole con il lavoro sapiente di mani esperte e di uomini appassionati. Il frutto della vite, offerto da una terra favorevole e generosa, si è così nobilitato in un prodotto di altissima qualità, che si rivolge ai palati più raffinati e ai gusti più esigenti.

Vuoi prenotare una visita con degustazione?

Chiamaci oppure compila il form.

Instagram
Facebook
Twitter
Pinterest

Contrada Campore,
83040, Chiusano di San Domenico
0825-1802922

Lun. – Ven. 08:30 – 13:30
Lun. – Ven. 15:00 – 18:00

Ti garantiamo che non inviamo spam.

    Back to top